Spada e Cappa

Da Scrimipedia.

La scherma di Spada e Cappa, a differenza delle altre combinazioni riportate nei trattati, da spada sola a spada e daga o ad armi in asta, deve essere vista non come una scherma da duello d'onore, ma come una scherma da strada e di emergenza.
La cappa quindi vien ben usata in situazioni non previste, nella maggior parte dei casi, dove la seconda arma o non è presente o è troppo lenta per essere usata.
Addirittura in alcune città vigeva il divieto di uscire con più di un'arma per volta, quindi, anche se non da tutti seguita, poteva essere regola o necessità avere con sé una seconda arma improvvisata.
Per questo motivo lo stile di Spada e Cappa è ben visto più come una scherma di spada sola avanzata che una scherma propria di doppia arma.
La cappa spesso è usata infatti non tanto come elemento proprio di parata, quanto più una sicurezza aggiuntiva o un elemento di distrazione o di copertura nei confronti dell'avversario.
Lo stile dunque da strada raggiunge la massima condizione nella descrizione, nel Maestro Antonio Manciolino, di un modo di combattere di due contro due... condizione quindi non valida per un duello d'onore.
Solo Francesco Altoni, fra i Maestri del '500, sembra considerare spada e cappa anche nell'ambito duellistico individuale, nel suo 9° modo di arrotolar la cappa ci spiega come avvolgere la cappa intorno al braccio in modo sicuro, specificando che questo metodo è da usare solo quando si abbia tempo, ovvero in steccato.


Autori

Vedi l'elenco degli autori che trattano tecniche di spada e Cappa .

Contributi alla Pagina

Alessandro Battistini (16.2%), Jari Lanzoni (50.1%), Iacopo Venni (33.7%)

Strumenti personali