Seguito

Da Scrimipedia.

Si tratta semplicemente di uno spostamento di 45 o 90 gradi del piede posteriore, a dx o a sx. Azione da eseguire sopratutto successivamente ad un passo obliquo per riguadagnare equilibrio e la corretta direzione del corpo verso l'avversario, ridisponendosi in guardia sulla nuova linea di attacco, cessando così di mostrare il petto di tre quarti all'avversario. Ovviamente, a un passo obliquo verso dx corrisponderà un "seguito" del piede posteriore verso dx, e viceversa.

Trattasi di azione molto usata nella Scuola Bolognese, e di cui si presume un certo uso anche da parte di Fiore dei Liberi. Viene spesso citata sotto forma di verbo: seguire o seguitare, con il piede o la gamba in questione come soggetto.

Giacomo di Grassi lo definisce come mezzo passo circolare posteriore.

Una forma particolare di Seguito è il Controgiro.

Indice

Citazioni

Scuola Bolognese

Anonimo Bolognese

Lo vediamo in Anonimo, ms. 345, 85r:

...et di presente passarai del piede destro gran passo verso le sue parti manc(h)e dandogli in tal tempo di uno mandritto fendente in suso la testa, che discenda in porta stretta di ferro, et la gamba manca deve seguire la destra per dietro.

Antonio Manciolino

Per es. ancora Manciolino nel gioco di spada e rotella:

...& seguentemente passerai con il piede destro verso le sue manche parti guastandogli la testa o la gamba con uno mandritto, che venghi in porta di ferro stretta et il piede manco dee seguitare il destro...

Achille Marozzo

Marozzo in spada e daga, cap. 41, come infinite altre volte, ci mostra un passo obliquo con seguito:

Hora essendo rimaso in la quarta parte con la spada tua in coda longa e distesa e 'l tuo pugnale in porta di ferro stretta... in tal tempo che lui tirarà tu butterai el pie’ dritto inverso alle parte stanche del tuo nimico e sì li tirerai de uno falso... & la tua gamba manca seguirà la dritta per de drieto, e lì t'assetterai in coda longa e stretta...

Ancora, al cap. 86:

& la tua spada acalarà a porta di ferro larga ...tu urterai d'uno falso de sotto in suso in la spada, cioè in la botta che lui tirerà e in questo urtare tu butterai il pie’ manco inanci inverso alle sue parte dritte, & sì li darai d'uno mandritto per le gambe... seguendo in questo tempo la gamba tua dritta alla manca per de drieto...

Giovanni Dalle Agocchie

Dalle Agocchie, 14r:

Ma quando sarete nelle guardie co ’l manco piede innanzi; il pie’ dritto quasi sempre accompagnerà sì il parare, come il ferire: et la gamba manca deve seguire la dritta

Un uso particolare del seguito lo troviamo sempre in Dalle Agocchie, alla stessa pagina, usato insieme alla parata e al volgersi del tronco, per allontanarsi dal colpo del nemico senza uscire dalla misura.

Contributi alla Pagina

Alessandro Battistini (25.2%), Jari Lanzoni (74.8%)

Strumenti personali