Schivata

Da Scrimipedia.
(Reindirizzamento da Schifata)

Detta anche schifata nella trattatistica antica. Azione difensiva eseguita senza aumentare la distanza, sottraendo la parte del bersaglio valido che si trova sotto attacco all’azione offensiva dell’avversario.

Può essere fatta corrispondere alla moderna "difesa di misura": azione difensiva eseguita con uno spostamento del corpo, con o senza movimento sui piedi, portando la parte del bersaglio attaccata fuori misura. Ad eccezione del fatto che la moderna "difesa di misura" la sotrazione del bersaglio possa avvenire solo indietro, mentre nel concetto più ampio di schivata il bersagio possa essere tolto anche lateralmente o verticalmente.

Indice

Citazioni

Scuola Bolognese

Anonimo Bolognese

L’Anonimo per es. sottrae la mano, nel ms. 345, 141r:

Trovandoti in coda lunga stretta o, alta con il tuo piede manco innanzi contra al tuo nimico, et egli si desse a mandarti colpo alcuno per ferirti forse la mano da la spada o, il braccio di quella o, pur per fare che tu ti havessi a schermire con la spada o altro suo pensiero, che egli havesse in capo, tu serai accorto, che nel tempo, che ti manderà il predetto colpo tu potrai raccogliere la tua mano da la spada alquanto indietro facendo gire a voto il detto colpo, et passato sucessivamente col tuo destro gran passo innanzi, spingergli una punta a li fianchi...

Antonio Manciolino

Manciolino sottrae invece la gamba in spada sola, libro IV:

Se per caso perciò vorrà di riverso, o di mandritto giungerti per gamba. In opposto al mandritto, tu raccoglierai il piede destro a rietro dandogli di uno mezzo mandritto per la mano della spada. Ma volendo render vano il riverso, tu fuggirai indietro pur con il predetto piede ferendogli il braccio della spada di uno mezzo riverso, & finalmente nella detta guardia porta di ferro ti agierai.

Achille Marozzo

Marozzo, nel cap. 99, schiva una punta con un passo obliquo:

Hora nota che essendo tu anchora in coda longa & alta e che uno te tirasse de stocata, io voglio che in tale tempo che lui tirarà la ditta stocata passarai del tuo pie’ dritto forte inverso alle parte manche del tuo nimico, e in questo passare tu li caciarai una ponta per li fianchi...

Giovanni Dalle Agocchie

Dalle Agocchie, 15r, partendo da una guardia col piede dx avanti, contro un mandritto tondo o sgualembro, fa una difesa di misura del tronco senza muovere i piedi:

...Quando vederete venire il detto colpo, lo schifarete di persona , tirandola alquanto indietro, et tutto vi poscerete sopra il sinistro piede, fingendo di parare: ma lasciando passare il colpo, gli spingerete una punta per fianco...

Nota:la persona è il tronco, non tutto il corpo

Scuola Fiorentina

Francesco Altoni

Per Altoni è un'azione detta "schifare" e si trova descritta al Libro I Cap. VIIII:

... la prima virtù è di parare, l'altra è di schifare, la terza di ferire, la prima viene dalla virtù della guardia istessa, le altre due vengono dal moto del corpo, et da lei ... schifare si può fare in più modi o indrieto o intraverso, indreto è fuggendosi al contrario dirittamente del colpo che e' non possa arrivarti per traverso e camminando, o sotto la guardia, o da l'altro lato...

Contributi alla Pagina

Alessandro Battistini (100.0%)

Strumenti personali