Rotella

Da Scrimipedia.

Classico scudo di forma circolare, leggermente convesso, da portare imbracciato tramite cinghie e impugnature poste sul retro. Costruito in acciaio, legno, cuoio o opportune combinazioni di questi. La rotella, a volte, possiede ancora un arcaico umbone, mentre in altri casi, per aumentarne il potenziale offensivo, viene dotata di una punta acuminata al centro denominata brocco.
Gli autori che ci forniscono le dimensioni ottimali della rotella sono Francesco Altoni e Marco Docciolini. Il primo riporta che debba avere un diametro pari alla distanza dell'attacco delle gambe dal collo, mentre il secondo riporta un diametro pari all'intera estensione del braccio. Sebbene i due paragoni con il corpo umano siano differenti, la dimensione deducibile è grosso modo coincidente.

Ultima evoluzione prima della scomparsa definitiva dello scudo imbracciato, la rotella è un oggetto tipico dell'umanesimo, che ne sintetizza il pensiero e l'ideale: è circolare, la forma perfetta, che abbandona i difetti assieme alle opportunità offerti dalle forme elaborate degli scudi medioevali, bombata quasi fosse una sezione di sfera, le sue proporzioni dipendono da chi la usa, ampia in diametro dalla gola all'inguine, viene da pensare che la proporzione della bombatura dipenda dalla sfera che circoscrive l'uomo vitruviano. Si imbraccia tramite una o più cinghie e si impugna nella mano tramite un vincolo flessibile (di corda o cuoio), solo raramente una maniglia rigida, che lascia libera la mano di afferrare sebbene non con tutta la libertà dell'arto nudo. La mano rimane relativamente al sicuro all'interno della bombatura, anche se dislocata vicino al margine avanzato. Del diametro tra i 50 e i 60 centimetri, pesante qualcosa tra i 3 e i 4 Kg, in cuoio bollito, lamiera di acciaio o più raramente in legno (ma spesso in più materiali), é a volte munita di un umbone o un puntale, spesso decorata anche in maniera ricca; pare fosse un omaggio alla moda, una rotella ben decorata con l'araldica o le gesta anche allegorizzate dell'ospite.

Indice

Autori

Vedi l'elenco degli autori che trattano tecniche di spada e rotella.

Citazioni

Francesco Altoni

Francesco Altoni - Capitolo Villi del Libro II
... questa ha la misura della grandezza sua che ha la targa, della quale sì parlò nel cap [ito] lo precedente, ma ha la forma circulare aproportione, onde presa dinanzi viene a coprire tutto il busto dal nodo del collo sino all'inforcatura, e così viene havere pìù perfettione del brocchiere, e della targa, sendo quello più piccolo di cerchio e quella più stretta di larghezza ...

Francesco Altoni - Tavola Capitolo Villi del Libro II
La Rotella è utile ascaramucciare, alle muraglie, e di notte a sassi, è lunga dal nodo del collo sin ali 'inforcatura.


Marco Docciolini

Marco Docciolini - Capitolo 20
Quest'arme non si impugna come il Brocchiere, & è di forma rotonda, e la sua grandezza vuol 'essere alquanto maggiore della Targa, e gli darò questa misura, che la sìa di circonferenza di grandezza quanto viene ad essere la grandezza del braccio dalla sommità delle dita, insino alla legatura della spalla.


Contributi moderni

Contributi alla Pagina

Alessandro Battistini (12.5%), Iacopo Venni (28.6%), Jari Lanzoni (58.9%)

Strumenti personali