Parata in piovere

Da Scrimipedia.

La parata in piovere, detta anche parata di tutta coperta o semplicemente parata con la punta in basso, è una parata effettuata con il filo dritto della spada, come le basilari parate in croce, ma con la punta della spada rivolta verso il basso. E' una parata che si esegue esclusivamente con la spada a una mano e la si trova eseguita in praticamente tutti gli autori delle scuole rinascimentali in cui l'utilizzo del taglio è ancora rilevante.

L'esecuzione avviene portando la punta della spada in basso, come se "piovesse" verso terra, e sollevando la mano volgendo il filo dritto della spada per parare nella direzione di provenienza del colpo avversario.

Si tratta di una parata estremamente sicura, poiché, con una semplice variazione di altezza della lama, può proteggere totalmente la persona dal lato in cui arriva il colpo. Risulta particolarmente vantaggiosa quando la traiettoria del colpo avversario non è ben interpretabile e potrebbe essere indirizzato anche a bersagli medio bassi (cosce o fianchi). Di contro, trovandosi in una guardia bassa, come le più abituali porta di ferro stretta o coda lunga e stretta, è una parata più lenta da eseguire rispetto alla classiche parate in croce con la punta verso l'alto, pertanto è eseguita maggiormente a partire da guardie alte, come la guardia di alicorno. La risposta tipica a seguito di questa parata è un fendente, se eseguita sul lato interno, o una punta ascendente, se eseguita sul lato esterno.

Malgrado sia comunemente usata, nessun autore si preoccupa di definire teoricamente questa parata. L'unico testo che chiaramente le assegna un nome è il testo anonimo riccardiano, che la definisce parata di tutta coperta, altri autori si limitano a fornire l'indicazione della punta di spada verso il basso oppure di una rotazione della mano armata.

L'appellativo in piovere, che ben ne definisce la dinamica, è stato tratto dai passi di Giacomo di Grassi in cui cita questa parata [1].

Indice

Note

  1. nella parte degli inganni, in cui viene riportata più volte.

Citazioni

Antonio Manciolino

Manciolino usa una parata di questo tipo, ad esempio:
Il contrario di questa serà, che subito ch'egli serà scorso per far la vista del mandritto, tu per quella non farai alcuna mossa, ma come vorrà ferirti del riverso per coscia, tu volgerai la spada con la punta verso terra così riparandoti da quello, et tirandogli in risposta di uno fendente per testa.

Testo di riferimento: Opera Nova di Antonio Manciolino, stampato a Venezia nel 1531 nell’undicesima stretta di filo falso con filo falso (Libro III).

Ancora
Et quando egli tirasse il detto riverso per gamba, Tu scorgerai innanzi il manco piede volgendo il dritto filo della spada dirimpetto al riverso, in guisa, che la punta della tua spada guardi verso terra, & poi gli spignerai una stoccata per faccia balzandoti al indietro...

Testo di riferimento: Opera Nova di Antonio Manciolino, stampato a Venezia nel 1531 nel Cap. terzo del Libro III.

Achille Marozzo

Marozzo effettua questa parata per es. con il pugnale nell’arte della spada e pugnale:
...ma s'el tuo nimico te tirasse el mandritto per la tua gamba manca, questo mandritto voglio che tu sappi ch'el se può parare in pur assai modi, li quali modi tu lo vederai in prima tu lo puoi parare con el dritto filo del pugnale, voltandolo in fora dalla gamba mancha con una megia volta de pugno...

Testo di riferimento: Opera Nova di Achille Marozzo, stampato a Modena nel 1536, cap. 45.

Ugualmente, sempre con il pugnale, ma contro il roverso:
...per modo che per forza lui tirarà de roverso per testa o per gamba, sappi che a questi tali roversi tu li parerai con el dritto filo del pugnale tuo maxime voltando la ponta del ditto inverso terra, cioè da lato dentro della persona tua,...

Testo di riferimento: Opera Nova di Achille Marozzo, stampato a Modena nel 1536, cap. 49.

Giovanni dall'Agocchie

Anche Dalle Agocchie utilizza questa parata
...et come egli volgerà il riverso per coscia, lo pararete co’l fil dritto della spada, chinando la punta di essa verso terra...

Testo di riferimento: Dell'arte di Scrimia di Giovanni dalle Agocchie, stampato a Venezia nel 1572, 44v.

Giacomo di Grassi

Di Grassi è colui che riferisce a questa parata con l'appellativo "in piovere", come ad esempio:
...quando si vanno a difendere i tagli o punte alte con la spada in piovere il qual modo è molto tritto & usato; questo si fa quando per difendere si leva la mano, & si traversa la spada tenendo la punta volta in giù...

Testo di riferimento: Ragione di adoprar sicuramente l'Arme di Giacomo di Grassi, stampato a Venezia nel 1570, , 122.

Contributi alla Pagina

Alessandro Battistini (39.6%), Jari Lanzoni (60.4%)

Strumenti personali