Mandritto

Da Scrimipedia.
(Reindirizzamento da Mandritti)

Il colpo più classico, che va dal lato esterno al lato interno della persona che lo lo sferra o, se riferito a un colpo tirato con arma impugnata con la mano destra, colpo che va dal lato destro verso il lato sinistro di chi lo tira. Chi lo subisce invece sarà colpito in genere sul lato sinistro. Nel caso di colpo sferrato con la mano sinistra è il contrario. Se il termine viene impiegato senza specificare di che tipo di dritto si tratta, si suppone che sia uno sgualembro.

Indice

Citazioni

Scuola Medievale

Fiore de Liberi

Per Fiore dei Liberi si veda il segno dei colpi, e GETTY 13R-2

Io zogho cum gli brazi crosadi per far li remedy che denanzi sono passadi. E si noy fossemo 'trambi doy armadi non curarem di far miglior coverta. Più forte rimedio di mi non porta corona, però ch'i posso zugare dritto e riverso, anchora incrosare di sotto chome di sopra.

GETTY 23R-3:

Colpi mezani semo chiamadi perché noy andamo per mezi gli colpi soprani e sottani. E andamo cum lo dritto taglio de la parte dritta, e de la parte riversa andamo cum lo falso taglio

Anche in Getty 9v, nei colpi della daga:

De la parte reversa si pò ferire del cubito infin ale tempie de la testa. E sono chiamadi colpi mezani. E quelli colpi da reverso non se pon fare stando parechiado de fare coverta contra 'l suo nimigho.

Filippo Vadi

Vadi, oltre al segno dei colpi al cap. III:

Passa for de strada con destreza,
con la coverta del bon manreverso,
reddopiando el derito con prestezza.

Al cap. VIII:

...Ricto fendente farotte de spada...

Al cap. X:

...e tira el dritto e fa’ te sia a mente...

Ancora in 17v:

El reverso fendente ho tratto sul pè stanco
senza scambiar pè voltando el galone
trarò el dritto senza moverme anco...

Scuola Bolognese

Anonimo Bolognese

Anonimo (ms. 345, 8v):

perciò che volgendo il colpo in qualunque maniera di traverso, sol che habbia principio dalle sinistre parti del nemico: del numero de’ quali il più degno è quello, che che prende incominciamento dal sinistro orecchio, et giunge continovando al destro genocchio, è detto mandritto. E ‘l tutto contrario a questo è chiamato roverso.

Chiaramente il colpo "più degno" è per l'Anonimo bolognese lo sgualembro.

Antonio Manciolino

Manciolino, 10r:

Se adunque tirerai naturalmente verso il nemico un colpo...in che parte vuoi, pur che il colpo sia tirato nelle parti sinistre del nemico è chiamato Mandritto.

Vedasi anche quanto dice al libro I, nelle Regole principali:

Il più gentile delli colpi è il Mandritto, perche quello è il più gentile & nobile: che con piu malagevolezza & pericolo si fa: ma a batter di mandritto è con piu pericolo che di roverso: conciosiacosa: che fa andar l’huomo tutto scoperto in quel tempo: adunque il mandritto è piu gentile.

Questo spiega anche, fra l’altro, perché di solito quando si tira un colpo di copertura nell’uscire sia in genere un roverso e non un mandritto (a meno che la spada non si trovi molto bassa, nel qual caso è il falso il colpo prescelto).

Achille Marozzo

Marozzo ne parla per due volte:

Cap. 1:

...mandritto tondo, mandritto fendente, mandritto sgualembrato, mandritto reddopio e falso dritto & ancho montante, e sappi che da la parte dritta comencia tutte queste botte...

Cap. 145 (edizione 1568/69):

...ti dimostra dal lato dritto stando allo incontro, dritto fendente, dritto sgualembrato, dritto tondo, dritto ridoppio e falso dritto; et sappi ch'el ditto segno significa un corpo humano, et perché questi primi feriri cominciano dalla parte dritta, et però si chiamano tutti questi dritti...

Giovanni Dalle Agocchie

Dalle Agocchie (8v):

Il mandritto si dimanda così, perche dalle parti dritte comincia...

Angelo Viggiani

Viggiani, Libro III, 55r:
'...tutti quei colpi che nasceranno dalle parti destre della persona, tanto col pie dritto innanzi, quanto co’l sinistro, tutti si domanderanno mandritti, havendo il principio loro dalle dritte parti, così da alto come da basso; come da basso ad alto; & averanno il lor fine questi tai colpi nelle sinistre parti.

Scuola Fiorentina

Francesco Altoni

Per Altoni, invece, pare inizialmente che per "mandritto" si intenda solo il mandritto sgualembro, senonché questo "mandritto" ha al suo interno differenze che corrispondono alle sue diverse specie:, ma senza una chiara consapevolezza della suddivisione teorica alla base della denominazione (si veda in dettaglio, per es., il confuso discorso sui colpi che vanno dal basso verso l’alto).

Libro I Cap. VIII

et questi che si sono chiamatj mandritto et rovescio hanno molte differentie causate dal principio et dal fine loro benché nel mezzo tutti concorrino a un medesimo luogo che è il mezzo del petto dello avversario la prima è che movendosi il pugno et la spada dal lato destro non alto ma da mezzo percuote il petto del nimico sotto ’l braccio sinistro, e traversando dirittamente passa a riscontro del suo principio al lato destro del nimico, e questo si chiama mandritto tondo, et volgendo la spada dal luogo dove ella tiri, et tornando al luogo dond'ella si mosse per il medesimo cammino si chiama rovescio tondo...

Marco Docciolini

Cap.12. De’ colpi, e de’ loro effetti.

i nomi de’ colpi principali sono questi, Punta, Mandiritto, Rovescio, Fendente, Stramazzone."

Note

Inizialmente si pensava che i colpi che vengono sferrati dal lato destro del tiratore verso il lato sinistro dell’avversario si chiamano mandritti, e viceversa roversi e questo - si presumeva in accordo con la definizione letterale data da tutti gli autori - a prescindere dal fatto che si tirassero con la mano dx o sx.

L’analisi dettagliata delle tecniche di due spade e di quelle da eseguirsi contro o da parte di un mancino, tuttavia, hanno dimostrato senza ombra di dubbio che, sia in Marozzo sia in Manciolino sia nell’Anonimo Bolognese, gli autori smentiscono all’atto pratico la loro definizione dei colpi.

Quindi almeno nei detti autori (ma per gli altri autori dell’epoca non ci sono elementi per verificarlo, quindi potrebbe anche essere una regola generale), nel caso in cui venga tirato con la mano sx un "mandritto" va da sx verso dx, e un "roverso" va da dx verso sx.

Questo, che deriva da un’ottica che sembra privilegiare il gesto tecnico offensivo rispetto alla prospettiva di chi deve difendere il colpo, comporta che una parata contro mandritto varrà esclusivamente contro un mandritto tirato da un destro, mentre se fosse un mancino ad attaccarvi quella stessa parata vi difenderà da un suo roverso.

Contributi alla Pagina

Alessandro Battistini (100.0%)

Strumenti personali