Falso impuntato

Da Scrimipedia.

Colpo di filo falso ascendente diagonale, che tende però a diventare una punta orizzontale.


Indice

Anonimo Bolognese

Il testo Anonimo Bolognese non la include nelle definizioni dei colpi, ma nel ms. 346, 63v, troviamo per es.:
"...potresti accortamente in quel tempo mandarli una punta a le coscie, overo a li fianchi in guisa di uno falso impuntato..."


Achille Marozzo

Marozzo cap 93:
"Essendo tu rimaso in coda longa e stretta, de lì voglio che tu passi con il pie’ mancho inverso le parte manche del nimico: e in questo passare, tu spingerai de uno falso impuntato per la tempia mancha del sopraditto..."
Ibidem:
"... tu li spingierai de una ponta infalsatta: cioè voltando el polso della mano tua dritta al insuso segando de uno roverso per gamba al sopraditto, e quando tu segarai tale roverso voglio che per tuo riparo tu caci el pugno della spada, cioè la ponta forte inanci per la facia al ditto tuo nimico...",
sempre Marozzo nel cap 95 ed. 1569:
"...tu gli darai d’un falso impuntato: cioé tondo..."
Invece nella versione del 1536 appare:
"... tu urtarai de uno falso filo tondo..."
Nella seconda parte del primo assalto di spada a due mani (Libro III):
"Ma preponiamo che di gioco largo lui ti caciasse una ponta in falso..."


Scuola Bolognese: Giovanni Dalle Agocchie

Dalle Agocchie, 43v
"Lep.: - Questa punta in falso come si fa?
Gio.: - Si spinge la punta della spada co’l braccio ben disteso per di fuori dalle manche parti, facendo che ‘l falso di essa vada verso la sua faccia, volgendo in quel tempo la persona dietro le vostre parti dritte..."


Contributi moderni

Contributi alla Pagina

Alessandro Battistini (12.1%), Jari Lanzoni (87.9%)

Strumenti personali